NGV

il progetto
l'archivio
completo
autori
compilation cd
categorie
cerca

 
guide
programmi
licenze
(CC)
Saccheggio a Nahr al-Bared
Nel Maggio del 2007 il campo profughi di Nahr al-Bared, casa di 30.000 profughi palestinesi, diventa per 4 mesi teatro di battaglia tra l'Esercito Libanese e il gruppo estremista di Fatah al-Islam. Durante questo periodo oltre 40 civili, 167 soldati e pi

autore a-films
email a-films@no-log.org
citta'
data 04/12/2007

nome del file ngv_pl_it_20071103_saccheggio_a_nahr_al_bared.mov
durata 00:09:59 (hh:mm:ss)
cd 129
grandezza 130.14 Mb
lingua it
mime type ()

Nel Maggio del 2007 il campo profughi di Nahr al-Bared, casa di 30.000 profughi palestinesi, diventa per 4 mesi teatro di battaglia tra l'Esercito Libanese e il gruppo estremista di Fatah al-Islam. Durante questo periodo oltre 40 civili, 167 soldati e pi di 200 membri di Fatah al-Islam sono stati uccisi. 30.000 profughi sono sfollati.
Dalla fine ufficiale della battaglia, all'inizio di Settembre, fino al 10 di Ottobre il campo stato sotto il controllo esclusivo dell'Esercito Libanese.

Quando alcune parti del campo nuovo furono riaperte e le prime migliaia di famiglie hanno fatto ritorno a Nahr al-Bared, sono tornati a case che erano state bruciate, saccheggiate e vandalizzate. Testimoni hanno provato che appare sistematico il disegno di bruciare e saccheggiare.
Graffiti razzisti scritti su molte case del campo sono firmati da vari gruppi di Commando dell'Esercito Libanese.

Nessuna indagine militare o indipendente stata svolta, anche se Amnesty International ha scritto al governo libanese, chiedendo l'inizio di un indagine e la cattura dei responsabili.
Ai giornalisti e alle organizzazioni dei diritti umani stato vietato l'ingresso al campo.

Questo il breve documentario sui saccheggi e i roghi del campo di Nahr al-Bared. Tutte le riprese sono state effettuate segretamente.


FTP - seleziona un link per iniziare il download
http://dist.ngvision.org

suggerimenti in tema
commenti (aggiungi nuovo)
hosting · ISOLE NELLA RETE · AUTISTICI.ORG / INVENTATI.ORG