NGV

il progetto
l'archivio
completo
autori
compilation cd
categorie
cerca

 
guide
programmi
licenze
(CC)
Presidio antisgombero a San Donato (Bologna)
diversi attivisti antisfratto hanno partecipato all'iniziativa di lotta per il diritto alla casa e in sostegno di una famiglia ripetutamente minacciata di sgombero dall'acer

autore BAZ
email baz@ecn.org
citta' bologna
data 09/02/2005

nome del file ngv_bo_it_20041213_presidio_antisgombero_a_san_donato_bologna_.mpg
durata 00:02:14 (hh:mm:ss)
cd 66
grandezza 22.51 Mb
lingua it
mime type mpeg (video/mpeg)

13 dicembre, diversi attivisti antisfratto hanno partecipato all'iniziativa di lotta per il diritto alla casa e in sostegno di una famiglia ripetutamente minacciata di sgombero dall'acer. Il presidio era stato lanciato dal collettivo degli occupanti di case del quartiere San Donato e San Vitale MAO (Movimento Autorganizzato Occupanti) e dal sindacato rdb-asia.
Da un occupante di MAO: "da oggi vogliamo iniziare a sperimentare una nuova pratica di solidarieta' sociale e di produzione di conflitto in citta' sul tema della casa, con questi volantini stiamo comunicando a tutto il quartiere che non siamo piu' disposti a subire passivamente le minacce di sfratto e di sgombero da parte degli enti competenti, il nostro sportello per il diritto alla casa (tutti i venerdi' dalle 18pm in via Avesella 5a) funzionera' anche come luogo dove organizzare reti sociali anti-sfratto sempre piu' ampie, che non coinvolgano esclusivamente gli assegnatari acer, ma anche tutti quei precari, migranti e studenti che vogliono solidarizzare, riaffermare dal basso l'esercizio di un diritto elementare, avere un tetto sotto cui vivere!".

MAO, dal volantino, propone una sorta di pronto intervento antisfratto, proposta legata anche alle ultime dichiarazioni dell'assessore alla casa di Bologna :"le intimidazioni e il tentativo di criminalizzazione del sig. Amorosi contro le occupazioni non ha colpito il segno, oggi siamo in tanti e saremo sempre di piu' tutte le volte che questi soggetti istituzionali vorranno negare il diritto alla casa, a chi come noi si trova costretto a vivere in un regime di necessita' e miseria strozzato com'e' dal caro-vita e precarieta'. Un pronto intervento antisfratto, e uno sportello per il diritto alla casa dove trovare un luogo per narrare la propria storia di ingiustizia sociale e sperimentare nell'autorganizzazione nuove forme di resistenza e soddisfazione di legittimi bisogni e desideri sociali." Un presidio, quello di oggi, che a partire dalle 7:00 di mattina si e' svolto all'insegna dello slogan "Vogliamo tutto e soprattutto un tetto", espresso dallo striscione che gli attivisti di MAO hanno esposto per tutta la durata dell'iniziativa, fino all'arrivo dell'Ufficiale Giudiziario, avvenuto intorno alle 11:30.
Quest'ultimo, constatata l'impossibilita' di rendere esecutivo lo sfratto, ha prorogato la scadenza al 3 febbraio 2005, minacciando, per questa data, l'intervento della forza pubblica. Immediata la risposta dei militanti di MAO che hanno ribadito la ferma volonta' ad essere di nuovo presenti qualora questo si verificasse, impedendo che ad una famiglia, come a chiunque altro, venga negato il diritto ad avere un tetto sotto cui vivere.


FTP - seleziona un link per iniziare il download
http://dist.ngvision.org

suggerimenti in tema
commenti (aggiungi nuovo)
aiuto alla umanita (ahmed, ahmednokia8210@yahoo.it)
hosting · ISOLE NELLA RETE · AUTISTICI.ORG / INVENTATI.ORG